442views
social media e consumatori

Foto di Robin Worrall per Unsplash

Se lavori a stretto contatto con i social media, sai bene quanto lavoro sia necessario per catturare l’attenzione degli utenti.

Avere una social media strategy non basta più. È di fondamentale importanza ascoltare i clienti e cercare di soddisfare al meglio i loro bisogni.

Grazie ad una ricerca condotta da Sprout Social, diamo un’occhiata ai punti chiave da considerare per predisporre i tuoi social media a rispondere alle esigenze del tuo pubblico.

Premessa

Nel corso della sua ricerca, Sprout Social ha intervistato più di 2000 marketer, impegnati attivamente nel mondo dei social media. Ad essi è stato chiesto come si approcciano agli obiettivi di marketing, che tipo di contenuti producono e in che modo avviene il confronto con il proprio pubblico di riferimento. Dall’altra parte, invece, troviamo circa 1200 consumatori che, in maniera del tutto trasparente, hanno parlato di ciò che effettivamente vogliono dai canali social di un brand.

Istruire con i social media

Da quanto emerge dai dati, le preferenze di contenuto degli utenti e le tipologie di post predilette dai marketer sono parecchio in disaccordo.

social media e consumatori

Fonte: Sprout Social

I tre principali motivi per cui un consumatore visita i social media di un marchio sono:

  • ricerca di sconti e vendite speciali;
  • informazioni su prodotti o servizi;
  • necessità di imparare qualcosa.

Dall’altra parte, troviamo dei contenuti che hanno come obiettivo quello di:

  • insegnare qualcosa;
  • raccontare una storia;
  • ispirare.

La differenza non è poca.

Se non sei in grado di offrire codici sconto ad intervalli frequenti o la cadenza con cui proponi nuovi prodotti non è costante, non temere: l’alternativa in questi casi è puntare tutto sull’insegnamento.

Certo, ispirare e raccontare storie è fantastico, ma insegnare qualcosa di nuovo alla tua utenza può fare la differenza, a maggior ragione se ciò può tornare utile nella vita di tutti i giorni.

Controlla la tipologia di post all’interno del tuo piano editoriale e confrontala con le statistiche presentate. Dove puoi allineare meglio la tua content strategy a ciò che i clienti desiderano davvero vedere dai tuoi social?

Engagement e condivisioni

Il 55% dei marketer afferma che la corretta misurazione del ROI rappresenta la sfida più grande di una strategia improntata sui social media.

Se anche tu non sai da che parte iniziale per calcolare il famigerato Return of Investment, ecco alcuni dati che ti potranno aiutare a prevedere, con buona precisione, quali azioni compieranno gli utenti al momento della visualizzazione dei tuoi post. Più in particolare, ti potranno dare una visione approfondita del tipo di contenuto con cui il tuo pubblico ha più probabilità di interagire e che è più propenso a condividere.

social media e consumatori

Fonte: Sprout Social

Dai un’occhiata alla lista di qui sopra e analizza al meglio i tuoi social media: assicurati che i risultati sperati siano allineati alle tendenze di interazione dei tuoi consumatori.

Priorità al servizio clienti

social media e consumatori

Sono finiti i giorni in cui i social media rappresentavano solo una piccola appendice di una più vasta Digital Strategy. I social hanno un peso rilevante nelle strategie di marketing di qualunque brand al passo con i tempi. Non puoi quindi permetterti di affidare la loro gestione al primo che capita.

Non parliamo solo di Community Management ma anche, e sopratutto, di un ramo della tua azienda che è davvero in grado di decidere le sorti del tuo business: l’assistenza clienti.

Secondo i dati di Sprout Social, in media un marketer gestisce da 1 a 50 richieste di assistenza alla settimana: ovvero, tra i 52 e i 2600 contatti in un anno facilitati dai social media!

Ciò è dovuto in gran parte al desiderio dei consumatori di interagire in maniera diretta con le aziende e veder chiariti i propri dubbi attraverso l’immediato strumento dei social media.

Le statistiche sono chiare: il 21% dei consumatori ha maggiori possibilità di acquistare da marchi che possono agevolmente raggiungere sui social.

Assicurati di rispondere prontamente e in maniera pertinente ad ogni tipo di problematica che ti si parerà dinanzi: dai semplici reclami ai commenti negativi, dalle informazioni sulle modalità di pagamento all’assistenza in fase di spedizione. I social media della tua azienda diventeranno così un luogo accogliente in cui i tuoi clienti potranno rifugiarsi al momento del bisogno.

Considera i micro influencer

social media e consumatori

Foto di Erik Lucatero per Unsplash

Conosciamo tutti le capacità che hanno alcune personalità di influenzare le decisioni degli utenti.

Gli influencer sono diventati così importanti che esistono interi reparti, interni alle aziende, e vere e proprie agenzie riservati alle attività di Influencer Marketing.

Secondo i marketer si tratta di un elemento fondamentale nell’economia di una social media strategy, ma cosa ne pensano i consumatori?

Il rapporto di Sprout Social, ha rivelato che il 61% degli utenti mostra maggiore interesse verso un brand o un prodotto se questo è stato raccomandato da un amico, o da una persona su cui nutrono grande fiducia.

Solo il 36% degli intervistati ha dichiarato che sarebbe interessato agli stessi prodotti se la raccomandazione venisse invece per mano di un influencer affermato o di una celebrity.

La maggior parte dei consumatori quindi si fida maggiormente dell’opinione di persone normali, simili a loro.

Se il tuo è un mercato di nicchia e hai un budget limitato e sei intenzionato a rispondere ai bisogni del tuo pubblico, dai un’occhiata ai micro influencer attivi nel tuo settore. La loro è un’influenza di portata piccola ma estremamente potente.

Investi nei video

social media e consumatori

I video sono i re indiscussi dei social media.

I consumatori intervistati esprimono una maggiore preferenza verso video raffinati e di ottima qualità. In effetti, tutti i dati e le statistiche al riguardo paiono confermare tale tendenza: contenuti studiati con precisione e ben elaborati, producono un engagement 4 volte superiore rispetto a quello dei video casuali e non ben editati.

È giunto quindi il momento di investire negli strumenti adeguati.

Il ritorno è certo. Il 74% degli utenti infatti condivide attivamente contenuti video dei brand sui propri social media. 

I video che hanno maggiori probabilità di esser condivisi includono contenuti divertenti, educativi o in grado di dare ispirazione.

Conclusione

Il social media marketing richiede che i brand si adattino rapidamente alle esigenze degli utentiAccertati che i tuoi canali siano in linea con ciò che i consumatori stanno realmente cercando quando seguono o interagiscono con la tua azienda sui social media.

Fai dei test. Prendi spunto dai dati appena riportati e sonda la risposta del tuo pubblico.

Dai alle persone ciò che vogliono e il successo è garantito.

You may also like

Condividi!