305views

app di messaggistica

L’utilizzo delle app di messaggistica è in continuo aumento.

Si stima che entro la fine del 2018, gli utenti che ogni mese invieranno messaggi da smartphone tramite le apposite app saranno il 78% dell’intera popolazione mondiale. Per il 2021 si prevede un ulteriore incremento del 23%.

A venirci in aiuto per comprendere meglio tale fenomeno, un’interessante ricerca condotta da niente poco di meno che Facebook. Il risultato? Le app di messaggistica sono alla conquista del mondo.

We ❤ messaging 

Relazioni umane.

Questa la base dell’amore che le persone provano per le app di messaggistica: si tratta del modo più semplice per entrare in contatto con altre persone, meno problematico di una chiamata e meno invasivo di una visita di persona. 

Neanche a dirlo, Messenger e Whatsapp la fanno da padrone, in termini di utenti attivi ogni mese.

app messaggistica facebook

Fonte: Facebook

Ciò che di interessante emerge dallo studio di Facebook, è che la maggior parte degli utenti che utilizza queste piattaforme predilige l’utilizzo di un linguaggio visivo:

il 56% manda unicamente messaggi composti da emoji, un’altrettanto enorme fetta preferisce mandare GIF e condividere immagini o stories su Instagram.

Chi privilegia questo tipo di comunicazione, che paradossalmente (trattandosi di app di messaggistica) bandisce quasi del tutto l’utilizzo dei caratteri, tende a definire le proprie conversazioni genuine e divertenti, rispetto ad un approccio “normale” (il classico messaggino, una chiamata al volo,…).

App di messaggistica e business

app di messaggistica e business

In questo panorama, come si inserisce la componente business?

Semplice: visto il sempre crescente utilizzo degli smartphone, l’attenzione delle grandi aziende inizia a spostarsi verso tutte quelle piattaforme mobile dove sono sicure di poter guadagnare l’attenzione della propria audience, messaggistica istantanea compresa.

I consumatori stessi iniziano a cambiare le proprie abitudini, soprattutto in fatto di shopping online: il 91% dei consumatori afferma di considerare maggiormente l’acquisto di un prodotto di un determinato brand se questo è in grado di ricordare gli acquisti precedenti, fornire maggiori informazioni sui prodotti in vendita e offrire promozioni specifiche, congrue ai propri gusti personali. Insomma, ciò che viene chiesta a gran voce è una maggiore personalizzazione nell’esperienza di acquisto.

Basta dare uno sguardo a Messenger, per capire in che direzione sta andando il mondo del business nei confronti della messaggistica. Ogni mese, sulla piattaforma di casa Facebook, sono 8 miliardi i messaggi scambiati tra consumatori e aziende. Ben 4 volte in più rispetto allo scorso anno.

Le app di messaggistica stanno guadagnando terreno, rispetto ai mezzi di comunicazione tradizionali. Dalla ricerca emerge che gran parte delle persone intervistate reputa più efficace lo scambio di messaggi, rispetto ad una chiamata al telefono.

Cosa cercano i consumatori

Le piattaforme di messaggistica offrono ai consumatori la possibilità di creare un contatto diretto con le aziende a cui sono interessate (e a cui si rivolgeranno per fare acquisti): vi si rivolgono quando sono alla ricerca di una guida o di maggiori informazioni sulla merce, o quando desiderano ricevere notifiche rilevanti (come l’avvenuta spedizione da parte del rivenditore).

Le aspettative circa l’utilizzo di un canale privilegiato, come le app di messaggistica, sono enormi. Gli utenti in particolare ricercano:

  • facilità e praticità nell’utilizzo;
  • risparmio di tempo;
  • affidabilità;
  • risposte documentate e pertinenti.
app di messaggistica tempo

Fonte: Facebook

Il tempo di risposta rappresenta un elemento chiave per la buona riuscita di un business che preveda l’uso di queste piattaforme: quello che si aspettano gli utenti è uno scambio in tempo reale, senza margine di errore o perdite di tempo.

Una questione di fiducia

Oltre ai vantaggi pratici, le app di messaggistica sono in grado di creare una connessione umana tra utente e azienda: la conversazione via messaggio fornisce ai consumatori un gran senso di sicurezza, che contribuisce all’instaurazione di un legame di fiducia con l’azienda stessa.

app di messaggistica fiducia

Fonte: Facebook

Questa, in particolare, la chiave del successo delle app di messaggistica e il motivo per cui in tanto credono si tratti del futuro della comunicazione aziendale: 1 utente su 2, tra quelli intervistati, reputa che i messaggi siano il modo più moderno per comunicare.

Tutto bello ma, in pratica?

app di messaggistica consigli pratici

I dati emersi dalla ricerca Facebook parlano da soli.

Ma come ci si dovrebbe muovere nel vasto, e in parte ancora inesplorato, mondo della messaggistica istantanea?

Qualche consiglio base:

  • creatività: sappiamo che agli utenti piace la comunicazione visiva, dunque perché non iniziare ad utilizzarla attivamente anche nelle comunicazioni con i propri consumatori? Il percorso di acquisto è lastricato di immagini;
  • tempistica: come abbiamo visto, le aspettative degli utenti in fatto di tempistiche di risposta sono enormi. Rapidità, questo deve essere il tuo motto. E quando non sei fisicamente presente, imposta un bot in grado di fornire tutte le informazioni più comuni ricercate dagli utenti;
  • a modo tuo: trova il tuo modo per comunicare alla tua specifica audience, modella il tone of voice in base alle esigenze (dettate anche dal mezzo), scegli se affidarti unicamente ai bot o se fornirti anche di persone in carne ed ossa. Definisci l’approccio in base ai bisogni tuoi e dei tuoi consumatori.

You may also like

Condividi!