Aumentare l'engagement su Twitter

Con oltre 300 milioni di utenti attivi al mese, di cui 7 milioni solo in Italia, Twitter rappresenta una delle piattaforme più utilizzate ed amate da utenti e marketer. Ciò che lo contraddistingue dalla concorrenza è la rapidità con cui poter offrire contenuti sempre nuovi ai follower di tutto il mondo e l’interazione che si può avere con essi in tempo reale (caratteristica molto utile soprattutto nell’ambito business).

Migliorare l’engagement su Twitter contribuisce a donare visibilità alla tua attività/persona e a creare una relazione con i tuoi utenti solida e duratura.

Conosci il tuo nemico

Twitter non considera se stesso come un social tradizionale bensì come un media che diffonde notizie in tempo reale (motivo per cui è più efficace da mobile).

In che modo questo influisce sull’esperienza utente?

Rispetto ad altre piattaforme (come Facebook), Twitter fornisce maggiore priorità (quindi visibilità) a ciò che accade ora, in questo preciso momento. Dunque i tweet risalenti a 2/3 giorni sono da considerarsi vecchi. Tende a mostrare i post più recenti dimenticandosi del resto a meno che il suddetto tweet non abbia ricevuto una notevole attenzione (like, retweet, …), in tal caso godrà di una vita più lunga e non verrà immediatamente sommerso dalle novità.

Altre caratteristiche peculiari sono:

  • la sessione “nel caso te li fossi persi”: un insieme di tweet, intercorsi dalla tua ultima visita, che Twitter considera rilevanti per l’utente;
  • l’invio di tweet e notifiche da persone che non segui ma che la piattaforma rileva possano essere importanti in base alle tue preferenze.

Mettiamo insieme queste informazioni.

Ai fini del miglioramento dell’engagement su Twitter occorrerà twittare spesso (per apparire nel feed). I tweet devono avere contenuti rilevanti e di qualità (affinché ricevano la giusta attenzione). Tutto ciò, combinato, ti permetterà di apparire tra i “consigliati” di persone che ancora non seguono il tuo profilo, aumentando notevolmente le possibilità di raggiungere un vasto pubblico.

Il dono della sintesi

Migliorare l'engagement su Twitter: il potere della sintesi

Nonostante il limite dei caratteri sia stato portato a 280, è provato che tweet brevi ricevano più attenzioni da parte degli utenti. Ciò si traduce in un maggior numero di like, commenti e, soprattutto, retweet.

Il numero massimo di caratteri consigliato è di 110.

L’orario perfetto

Per incrementare l’engagement su Twitter è necessario che gli utenti interagiscano con i tuoi tweet il prima possibile. Infatti, come abbiamo detto in precedenza, dopo qualche ora il post viene considerato vecchio e sarà superato da quelli più recenti. Le possibilità di esser visto e di ricevere attenzione si assottigliano con il passare dei secondi, letteralmente.

Gli orari migliori per aumentare l'engagement su Twitter

È tassativo incrociare gli utenti nei giusti momenti della giornata. In linea di massima le ore migliori sono quelle dopo le 19 e la mattina presto. Naturalmente molto dipende dal tuo target, per farti un’idea migliore sarebbe quindi opportuno analizzare le analytics del tuo profilo.

#hashtag4ever

Gli hashtag sono delle etichette da applicare ai tweet per migliorarne la rintracciabilità.

Pochi hashtag per un migliore engagement su Twitter

Vale il detto meglio pochi ma buoni: il numero massimo consentito è di tre hashtag, (neanche a dirlo, questi devono essere pertinenti all’argomento trattato).

Il livello successivo, utile per alcuni tipi di business, è quello di creare un tuo hashtag personalizzato da utilizzare in contesti specifici: eventi, campagne promozionali,….

Comunica, sempre

L’interazione è una componente immancabile.

Poni domande, instaura una conversazione, rispondi ai quesiti dei tuoi follower. Insomma, fai in modo che gli utenti si sentano parte integrante del tuo business e non come dei semplici clienti.

Il potere di un’immagine

Un’immagine vale più di mille parole. Frase ritrita è vero, ma è una verità inattaccabile nel mondo della pubblicità.

Il potere delle immagini per migliorare l'engagement su Twitter

Fonte: Buffer Blog

Immagini, GIF o, in generale, contenuti visivi ricevono in media più interazioni di un tweet con solo testo.

In conclusione

Utilizzare Twitter può sembrare semplice (per certi versi lo è) ma usarlo responsabilmente a scopo business è tutt’altra storia.

Conoscere il suo algoritmo e le norme base che lo regolano è la chiave del successo e potrà dare un ottimo vantaggio ai fini dell’engagement. Se poi aggiungiamo qualche piccolo tecnicismo (come gli orari più adatti in cui twittare) e dei consigli sempreverdi in ottica social (in primis, una corretta comunicazione) migliorare l’engagement su Twitter sarà un gioco da ragazzi.

Fonte: Edgy Labs

Condividi!

You may also like